Memoria di Boris Stratsky

Lunedì 19 novembre, lo scrittore di fantascienza Boris Stratsky è morto. Le opere dei fratelli Fratsky hanno determinato lo spirito di un’intera era. Cosa sono cambiati nella nostra visione del mondo? Le

https://shopkarmaonline.com/40-regole-del-sesso-d-oro-universali-e-assolute/

psicologie sono divise per i loro pensieri.

Nikolai Kryshchuk, scrittore, autore dei libri “Circles of Paradise” (Time, 2010), “Biografia della persona interiore” (Primo settembre 2007) e altri:

“È difficile per me parlare solo di letteratura qui. Conoscevo personalmente Boris Natanovich, ha lavorato con lui. Era una persona standard, sottile, perspicace, delicato … ma soprattutto, era un credente. Non religiosamente – Boris Natanovich credeva in un uomo, nella sua capacità di trasformare. E in questo senso, per me, i lottatsky sono principalmente grandi umanisti. Non ribelli, ma creatori. Non hanno tanto stigmatizzato il sistema quanto lo stavano cercando di uscire. E hanno creato una persona – più cosciente e integrale “.

Alexander Orlov, Dottore di Scienze psicologiche, professore della facoltà di psicologia della scuola superiore:

“Ho scoperto lottatsky a scuola, t.e. Negli anni ’60 del secolo scorso. E immediatamente si innamorò. Con i loro eroi positivi volevo associarsi se stessi: sembravano molto consonanti a me e alle mie aspirazioni personali. Inoltre, The Fratsky sapeva come parlare delle questioni sociali e psicologiche più rilevanti senza moralizzazione, senza scioccante, ma affascinante e delizioso al loro dono artistico. Attribuirei il lottatsky a un certo numero dei più straordinari futulogi del nostro tempo. Ed è grato a loro per averci dato speranza per il futuro – sì, non facile, ma difficile, ma comunque un futuro felice. Il futuro in cui c’è uno spazio per la nostra scelta personale. E a questo proposito, il contributo di Seratsky non è paragonabile a me con tutto ciò che l’ideologia ufficiale sovietica ha cercato di dare la nostra generazione “.

Dmitry Leontyev, Dottore di Scienze psicologiche, professore della Mosca State University. M. IN. Lomonosov:

“Io, probabilmente, e per tutta la nostra generazione, amavo lottatsky per essersi rivolto a meglio in noi – hanno scritto di una persona possibile, ho aperto la prospettiva in noi. Hanno messo i loro eroi prima delle domande che non ci sono risposte inequivocabili. E l’impresa interna dei loro eroi era che decisero di cercare queste risposte: correre rischi, assumermi, trasgredire – e attraverso questo per creare una persona in sé. Forse è grazie a lo Stratsky che conosco: una persona può e dovrebbe scegliere chi diventerà. La nostra vita è il risultato della nostra scelta “.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *